Approfondimenti

PHARECO

La Professoressa Grazia Fenu Pintori del Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università degli Studi di Sassari, nell’ambito di ricerca sulle applicazioni cliniche della fitoterapia ha focalizzato l’attenzione sulla promozione dell’attività di cura dei terreni agricoli ove viene coltivata una particolare varietà di agrume endemica di questa area della Sardegna: la pompia (Citrus mostruosa). L’utilizzo tradizionale del frutto di questa pianta limitato al recupero della parte bianca del frutto, l’albedo, impiegato nel settore dolciario rappresenta una produzione alimentare tipica di questa area ma non rappresenta un mercato particolarmente fiorente, poiché nessun passo è stato fatto per commercializzare fuori dal territorio in maniera massiva questo prodotto alimentare. Questo agrume endemico è poco descritto dalla letteratura scientifica, e la sua salvaguardia costituisce al contempo un dovere nei confronti del patrimonio naturale della nostra isola ed una opportunità per il territorio di Siniscola. Durante la ricerca sperimentale è stato necessario procedere al riconoscimento botanico della Pompia, poiché non risultava essere inserito nell’erbario generale. La pubblicazione realizzata insieme al Prof. Camarda dell’Istituto Botanico dell’Università di Sassari ha permesso di definire il nominativo della pianta e di caratterizzarla dal punto di vista della sua storia e della sua denominazione specifica.
(Un agrume nella storia della Sardegna: Citrus limon var. pompia Camarda var. nova. Camarda, P. Mazzola, A. Brunu, G. Fenu , G. Lombardo & F. Palla) Quad. Bot. Amb. Appl., 24 (2013): 109-118. Pubblicato online il 03.08.2015

Dal 2010 sono state evidenziate alcune proprietà terapeutiche dell’olio essenziale ricavato dalla scorza della pompia e di conseguenza la Prof.ssa Fenu Pintori ha attivato un protocollo d’intesa con il Comune di Siniscola e con l’Istituto professionale agrario del medesimo Comune.

Il comune di Siniscola è stato coinvolto nel protocollo d’intesa, poiché la maggior parte dei terreni coltivati a pompia, sono di proprietà dello stesso e vengono coltivati e curati dai disabili appartenenti al Distretto ASL n. 3 di Nuoro.

Tali soggetti minus, ma in grado di offrire forza lavoro, sono stati inseriti, per protocollo in un progetto di riabilitazione e valorizzazione di figure socialmente disagiate ma in grado di produrre per la società forza lavoro consistente.
Scopo di tale intesa è quello di creare una catena in cui l’Università promuove la ricerca, il Comune fornisce la manodopera valorizzando le figure minus mentre l’Istituto tecnico agrario si occupa di promuovere l’ampliamento della produzione di pompia e di studiare, attraverso corsi di formazione all’uopo creati, le caratteristiche vegetali di questa specie, di conservarne le proprietà e soprattutto di riprodurla da seme anziché da innesto, per conservarne il patrimonio genetico intatto.

L’olio essenziale, testato come antinfiammatorio, antibatterico, antimicotico è già oggetto di interesse da parte di un’Azienda, 3B ITALIA, che garantisce la produzione di cosmetici con indicazione terapeutica, destinati all’uso quotidiano ed alla cura di patologie dell’apparato genitale femminile, dell’apparato cutaneo e dell’apparato digerente (mucosa orale).

La ricerca sulle caratteristiche e proprietà dell’olio è stata premiata nel 2012 raggiungendo il 1° posto nella graduatoria regionale (2012), il 7° posto in graduatoria nazionale del Premio Nazionale per l’Innovazione (categoria Life Sciences, Bari 2012) ed il riconoscimento di 1°classificata nella graduatoria regionale di Italiacamp, raccolta di idee innovative di business e di policy promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri (2013).
DAL 2013 LA RICERCA È STATA CANALIZZATA NELL’AMBITO DI UNA SRL, DENOMINATA PHA.RE.CO (PHARMACOLOGY, RESEARCH, COSMETIC).

Newsletter

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato su offerte e nuovi prodotti!